IL RICORDO DEI SAPORI

La ricetta della Ciambella Romagnola dell'Hotel IrideLA NOSTRA RICETTA DELLA CIAMBELLA ROMAGNOLA

Vi è mai capitato di associare un sapore ad un ricordo? Sentire un odore o assaporare del cibo e tornare con la mente ad un periodo lontano della vostra vita o vedere riapparire un volto a cui non pensavate da un po’ di tempo? A me succede ogni volta che mangio la torta all’ananas.

La mente corre veloce alla mia infanzia, alla casa dei miei zii, a mio cugino, a una marea di bambini urlanti del vicinato, alle corse, alle ginocchia sbucciate, ai pantaloni strappati, alla promessa di una sgridata e poi alla merenda tutti intorno ad un tavolo, esausti ma soddisfatti di tutto quel gran da fare che solo i bambini possono capire. Questo per me è la torta all’ananas!!!!

Mi piacerebbe pensare che anche chi è stato in vacanza da noi all’hotel Iride possa aver provato una simile sensazione. Mi piacerebbe pensare che un qualche piatto possa aver rievocato bei ricordi e quindi una sensazione di piacevole benessere. Per coloro infatti che si trovano in albergo a metà pomeriggio è facile essere avvolti dal profumo di dolci che Maria prepara per la colazione. In particolare quello della ciambella romagnola. Non so se è un dolce che si fa d’abitudine anche a casa, ma vi posso assicurare che avere la fortuna di assaggiarla appena sfornata è un regalo per il palato. Calda, ancora soffice all’interno ma già con la sua crosta croccante ad avvolgerla. Bisognerebbe chiedere a quei fortunati grandi e piccoli che sentendo l’odore ne chiedono un pezzetto, ma a giudicare dalle loro espressioni penso che un segno lo abbiamo proprio lasciato!

Il regalo che posso farvi io è quello di svelarvi la nostra ricetta, la Maria la prepara così:

Si mescolano insieme 50g di burro fuso, 3 uova e 250g di zucchero, si aggiunge poi 500g di farina con 10g di lievito aiutandovi se serve con il latte quanto basta. L’impasto così ottenuto basta per formare 2 filoni da stendere su una teglia coperta da carta da forno. La ciambella va in forno già caldo a 170° per 30 minuti. Il tocco in più è cospargere di zucchero i due filoni prima di mettere in forno, il risultato è garantito.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *